carbossiterapia

Carbossiterapia e addio grasso localizzato! Cos’è e quanto costa

Tra i nemici più temuti delle donne c’è, senza ombra di dubbio, la cellulite. Essendo un inestetismo che si sviluppa esclusivamente nell’organismo femminile,  tutte le donne, chi più e chi meno, si troveranno ad affrontare questo problema. La carbossiterapia è uno dei rimedi che esistono per aiutare l’eliminazione della cellulite e migliorare di molto l’aspetto della pelle utilizzando le proprietà di elementi naturali.

Oggi giorno sono molto diffusi tra le donne trattamenti estetici di questo che aiutano ad apportare benefici di tipo estetico ma anche funzionale. Se non si vuole proprio avere nulla a che fare con le iniezioni, è possibile anche pensare a delle alternative per andare ad agire sulla cellulite attraverso una stimolazione di tipo fisico. È il caso del massaggio linfodrenante , che agisce direttamente sul circolo linfatico.

Ma in cosa consiste in pratica questo trattamento a base di CO2? Vediamo, dunque, nel dettaglio cos’è la carbossiterapia e come avviene in senso pratico una seduta di carbossiterapia. Infine andiamo a scoprire quali sono benefici della carbossiterapia e se esistono delle controindicazioni.

Cos’è la carbossiterapia

“Carbossiterapia” significa terapia che avviene attraverso l’utilizzo dell’anidride carbonica, che sappiamo essere un elemento totalmente naturale. Il principio di base è che l’anidride carbonica contenuta nelle acque termali è un elemento che fa bene all’organismo che aiuta il rilassamento e la purificazione. Così, nel 1932, nasce uno studio per valutare l’efficacia dell’apporto diretto di Co2 attraverso microiniezioni. Queste sperimentazioni vengono condotte presso le terme Royat a Clermont-Ferrand, in Francia, con alternanza di docce carbogassose e iniezioni di anidride carbonica a scopo terapeutico.

Gli studi successivi e le pubblicazioni che si sono susseguite nel corso degli anni, hanno messo in evidenza che non esiste alcun rischio dalla pratica della carbossiterapia e che se ne possono trarre benefici estetici e a livello microcircolatorio. 

La  seduta di carbossiterapia

Una seduta di carbossiterapia può costare dagli 80 ad oltre i 100 euro e la durata è quasi sempre in media sui 10-20 minuti. Vengono fatte delle microiniezioni di anidride carbonica nelle zone da trattare. Le sedute che servono per completare il ciclo possono essere 4 o 5 per il viso e una decina per trattare le zone del corpo in cui si concentra il grasso e la cellulite come cosce, addome, glutei e fianchi. In base alle zone da trattare i prezzi cambiano e diciamo per per un pacchetto completo standard siamo intorno ai 600-800 euro. Le sedute per combattere la cellulite di solito vengono fatte una volta a settimana e per questo si può oscillare tra le 10 e le 20 sedute per un pacchetto completo.

Le infiltrazioni sottocutanee si praticano grazie ad un macchinario speciale e sempre a cura di personale medico qualificato. Un trattamento affine alla carbossiterapia è il filler con acido ialuronico

Benefici della carbossiterapia

Quali sono i benefici che la carbossiterapia può apportare al nostro organismo? Quello che succede in poche parole è che l’anidride carbonica iniettata viene assorbita dall’organismo e poi semplicemente segue il suo percorso di espulsione attraverso la respirazione, ma durante il suo passaggio permette di attivare di molto l’attività cellulare favorendo eliminazione di grasso depositato, gonfiore e anche evidente diminuzione della cellulite.

La carbossiterapia aiuta la vasodilatazione e favorisce miglioramenti a livello circolatorio, oltre che miglioramenti estetici come possono essere pelle più liscia, attenuazione delle rughe e delle cicatrici. Non devono assolutamente sottoporsi al trattamento persone che soffrono di problemi respiratori e cardiaci, persone che soffrono di anemia, ipertensione, insufficienza renale ed epatica e le donne in gravidanza.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.