Terme Arta: acqua termale della Fonte Pudia

Alle Terme Arta in località omonima (Ud), grazie alle proprietà dell’acqua e dei fanghi autoctoni, è possibile ritrovare e conservare lo stato psico-fisico ottimale. Qui c’è l’acqua termale della Fonte Pudia. L’espressione “acqua Pudia” deriva dal latino aqua putens, termine che le fu probabilmente attribuito dagli abitanti dell’insediamento romano di Julium Carnicum (52 a.C.), località importante lungo la via del Norico.
L’acqua Pudia, classificata come acqua minerale solfato-calcico-magnesiaca-sulfurea, è incolore, limpida, dall’odore di uova marce e dal sapore amarognolo. Sgorga a una temperatura alla sorgente di 9°C.

I servizi offerti sono di:

  • fango-balneoterapia
  • inalazioni
  • fisioterapia e riabilitazione
  • estetica e fitness.

Le patologie curabili alle Terme Arta sono:

  • faringolaringite cronica
  • rinopatia vasomotoria
  • sinusite cronica o sindrome rinosinusistica cronica
  • sindrome rinosinusistiche-bronchiali croniche
  • otite catarrale cronica
  • otite cronica purulenta non colesteatomatosa
  • stenosi tubarica
  • osteoartrosi o altra forme degenerative
  • artrosi, poliartrosi, osteoartrosi
  • eczema e dermatite atopica (escluse le forme acute vescicolari ed essudative)
  • dermatite seborroica ricorrente
  • psoriasi (escluse le forme pustolosa, eritrodermica e inversa)
  • reumatismi extra-articolari
  • esiti del reumatismo articolare acuto
  • calcolosi delle vie urinarie e sue recidive
  • dispepsia di origine gastroenterica e biliare
  • sindrome dell’intestino irritabile nella varietà con stipsi.

Il Servizio Sanitario Nazionale concede a tutti gli assistiti residenti in Italia la possibilità di usufruire di un ciclo di cure termali selezionando il centro termale che più si addice alle cure che dovrà svolgere. Per effettuare le cure con l’assistenza del S.S.N., è sufficiente farsi rilasciare dal proprio Medico curante o dallo Specialista dell’ASL di appartenenza la prescrizione delle cure termali (redatta su ricettario del S.S.N.), recante il ciclo di cura termale da effettuare, con la diagnosi corrispondente, secondo i termini del D.M. 15/12/94. Il costo della terapia, che ha una durata di 12 giorni, è quello di un normale ticket che va da 3,10 a 50 €.

Alle Terme Arta ci si può rilassare nell’”Edificio delle Acque“, dove vi sono due piani vasca indipendenti uno dall’altro: il primo, la cui ampie vetrate si affacciano sulla corte centrale del Padiglione Valle, è dedicato al benessere e al relax; il secondo concepito per offrire un servizio di riabilitazione in acqua.

La zona Wellness offre due zone di balneazione: una calda con temperatura dell’acqua che oscilla tra i 33° e i 35°C e una più fredda con temperatura impostata tra i 29° e i 30,5°C. La parte calda ha forma a “fiore”, con zone idromassaggio di vario genere e getti a collo di cigno. La parte fredda, che avvolge esternamente il “fiore”, é ideale per la deambulazione, in quanto è fornita di un idromassaggio che va ad agire sugli arti inferiori. L’alternarsi tra acqua calda e fredda ha lo scopo di favorire la circolazione venosa e arteriosa a beneficio dell’apparato cardiocircolatorio.
Per la comodità dei clienti, il piano vasca Wellness è dotato di zona relax con lettini e servizi igienici comprensivi di docce.

Il secondo piano vasca, deputato alla riabilitazione in acqua, è aperto al pubblico tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19, poiché il mattino è dedicato alle sole sedute di riabilitazione.
Il piano vasca, curato nei minimi dettagli,  risulta estremamente accogliente e moderno, realizzato principalmente con materiali di legno e colori che ricordano la natura circostante, come il verde muschio della pavimentazione. L’architettura della zona e la scelta dei materiali è in linea con la filosofia del centro termale: assicurare ai propri utenti un ambiente il “più naturale possibile” affinché possano rilassarsi e sentirsi a proprio agio per affrontare la terapia in una condizione psicologica favorevole. Le vasche inoltre sono circondate da ampie vetrate che rendono l’ambiente molto luminoso e offrono una splendida vista sul verde delle zone adiacenti la piscina.
Il reparto di riabilitazione comprende 4 zone acqua:

– una vasca per la terapia singola
– una vasca per la ginnastica dolce e le terapie singole
– una vasca per le terapie di gruppo e i corsi di motricità in acqua
– un percorso vascolare.

Tutte le vasche e il piano vasca sono realizzati con materiali anti-scivolo; sono presenti dei corrimano che facilitano gli spostamenti alle persone più anziane, i portatori di handicap e per chi prova una forte sensazione di paura e oppressione con il corpo immerso in acqua.

Per l’ingresso in acqua, scale in muratura sostituiscono le classiche scalette verticali, piuttosto pericolose soprattutto per chi ha problemi di deambulazione. Gli ingressi in acqua sono dotati inoltre di corrimano da entrambi i lati. L’impianto è dotato infine di una sedia motorizzata con sollevatore idraulico per l’ingresso del paziente in acqua nei casi in cui sia necessario.

Obbligatorio uso di ciabattine e cuffia.

Costo ingresso in piscina € 8-12 (fer-fest), dai 12 ai 17 anni € 5-8 (fer-fest) e sotto i 12 anni € 3-4 (fer-fest).

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.