reiki

Trattamenti terapeutici reiki : definizione ed origini

Il reiki è una pratica orientale utilizzata a scopo terapeutico. Come per il massaggio ayurvedico alla base della pratica di questa tecnica c’è un pensiero filosofico antico. Lo scopo terapeutico del reiki è ciò che lo rende famoso ormai in tutto in mondo perchè di contraddistingue proprio nell’ambito della medicina alternativa. Vediamo, quindi, nel dettaglio cos’è il reiki. Per capire davvero quali sono le origini del reiki dovremo fare un bel salto nel tempo.

Essendo annoverata tra i trattamenti terapeutici della medicina alternativa, il reiki è utilizzato proprio come sistema curativo di autoguarigione naturale e non ben visto dalle società nazionali che salvaguardano la salute dei cittadini. La Società Americana contro il Cancro, per esempio, ha più volte ribadito che questo metodo non può sostituirsi alle cure mediche tradizionali.

Cos’è il reiki

Il reiki, come visto, è molto di più che un trattamento. Sembra essere una vera e propria filosofia, una scuola di pensiero che ha nel maestro Mikao Usui il suo fondatore. È sicuramente una pratica riconosciuta in tutto il mondo e offre trattamenti molto rilassanti che possono anche aiutare a combattere lo stress.

Il reiki si può praticare anche in casa proprio facendo dei corsi e imparando delle regole fondamentali dettate da questo pensiero, ma i grandi maestri sono coloro che offrono la possibilità di partecipare alle sedute che possono aiutarvi anche in diturbi di tipo psicologico.

Una seduta di reiki punta al benessere psicofisico della persona. Si comincia con mettere al proprio agio il cliente che dovrà sdraiarsi e poi fare dei respiri profondi per entrare in contatto con il proprio corpo. Il massaggiatore inizia con tocchi leggeri a stimolare le zone “charka” che rappresentano dei punti in cui viene rilasciata l’energia che poi entra in circolo nel nostro corpo, proprio come avviene con il massaggio hot stone .

Come detto il massaggio non è altro che un modo per ristabilire il giusto flusso di energia nel nostro corpo e i movimenti sono delicati e spesso è anche possibile imparare a farlo da soli come autoterapia. Una seduta di reiki può costare 30-50 euro per un massaggio rilassante generale. Esiste, poi, la possibilità di passare a massaggi di tipo particolarizzato che interessa le zone in cui si prova dolore e i pacchetti possono costare 300 euro come anche 3 mila. I trattamenti reiki si dividono, infatti, per livelli.

Origini del reiki

Il reiki è una pratica giapponese  che trova origine nel suo maestro Usui che a partire dal 1865 iniziò a diffonderne la pratica dopo aver affermato di aver raggiunto una certa abilità curativa dopo la sua permanenza in meditazione sul monte Kurama.

Reiki significa letteralmente misteriosa (rei) energia dell’universo (ki). Lo scopo delle sedute sarebbe, come detto, quello di canalizzare l’energia tramite semplice imposizione delle mani nei punti charka. Questo pensiero giapponese si è poi diffuso anche in Occidente come pratica rilassante, energizzante e anche curativa. Sono noti, infatti, anche casi di collaborazione con la pratica della medicina tradizionale.

In Italia per il reiki esiste un tipo di associazione nazionale che si chiama Associazione Italiana Reiki e sostiene lo sviluppo di questa pratica in tutto il territorio promuovendo anche corsi per diventare massaggiatori. Questi corsi seguono vari step che si suddividono in livelli. Il grado massimo è detto Master.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.