Aree naturiste del nord Italia fino alla Liguria

In Italia trovare le spiagge per naturisti è una vera e propria caccia al tesoro. scludendo alcune zone molto conosciute e facili da raggiungere, per le altre bisogna spesso percorrere a piedi sentieri introvabili e nascosti dalla vegetazione. Ma in questi casi il paesaggio marino che ti si apre agli occhi è spesso incontaminato.

Importante ricordarsi sempre di munirsi di cibo e bevande, perché non troverete mai nelle vicinanze un’area ristoro. Cerchiamo di fare una panoramica delle zone naturiste più frequentate e conosciute dell’Italia del Nord fino alla Liguria.

Iniziamo con il Trentino, che nonostante la posizione geografica non gli consenta di avere spiagge, questa regione ha varie zone in cui si pratica il naturismo, soprattutto in zona laghi.

Lago di Terlago. Dal casello Trento Centro, procedere in direzione Lago di Garda. A 5 km, dopo la località Cadine, scendere a destra in direzione Lago – Hotel Lillà.
Al campeggio, parcheggiare e proseguire a piedi per un viottolo a destra del campeggio. Dopo 100 metri, si può scendere a sinistra verso il lago, dove ai bordi di un vasto prato molte persone sono solite praticare il naturismo. Oppure salire verso la collina dove tra cespugli e pietroni ci sono tranquille e soleggiate piazzole in prato. Portarsi cibo e bevande poiché non ci sono bar o servizi. È d’obbligo la discrezione in quanto, specie nei fine settimana, è meta di passeggiate familiari.

Torrente Leno. Da Rovereto città, seguire verso Vicenza sulla statale. Pochi km dopo, prima di un piccolo ponte sul torrente, svoltare a sinistra lungo una stretta strada che costeggia un profondo canyon scavato dal torrente. Dopo 300 metri scendere a destra e parcheggiare. A piedi si costeggia il torrente fino a superare un’ampia distesa di ghiaia. A partire da una piccola baracca, si può stare tranquillamente nudi ai bordi del torrente. L’acqua è sempre freddissima ma la natura è incontaminata. Portare con sé cibo e bevande e preferire le assolate giornate di luglio e agosto in quanto, proprio per la posizione del luogo. Unico neo: il sole tende a scendere dietro il costone della montagna, per cui la zona alla sera si ombreggia presto.

Lago di Caldonazzo. Da Trento, proseguire per 10 km in direzione Padova. Dopo l’abitato di Pergine, proseguire verso Levico. Superata la località Ca’ Rossa, inizia una serie di tunnel. Dopo il primo tunnel, percorsi 300 metri parcheggiare a destra in uno spazio prima della galleria successiva. Scendere il ripido sentiero verso il lago.
Il posto è bello e soleggiato, ma la possibilità di sdraiarsi è ridotta. Frequentato anche da turisti stranieri in estate, è meta di naturisti locali vista la vicinanza alla città.

Lago di Garda località Tempesta. Da Torbole, proseguire in direzione Malcesine fino a superare l’abitato di Tempesta. Trovare parcheggio (pochissimi posti purtroppo) prima della galleria o tra i piloni della galleria successiva. Scendere verso il lago. Piccola spiaggia e boscaglia con scogli. Ambiente bellissimo, ma fare attenzione al lago: è molto profondo e l’acqua sempre fredda. Portare cibo e bevande.

A Trieste in Friuli Venezia Giulia c’è la spiaggia naturista Liburnia e la Costa dei Barbari.

A Venezia:
Lido di Venezia zona Alberoni
Eraclea
La Brussa: zona demaniale del comune di Portogruaro (Ve)

Vicenza Fiume Brenta

In Lombardia al Lago di Garda zona Rocca di Manerba (Bs): da Manerba del Garda proseguire per Porto Dusano dove si può parcheggiare l’auto e proseguire a piedi per circa 1 km in direzione della Rocca su un bellissimo sentiero. Si raggiunge una spiaggia frequentata da molti naturisti, anche se non sono la totalità dei presenti. Il posto è incantevole, immerso nella natura e all’interno di un Parco Naturale.

Lago di Garda (Vr): spiaggia di Punta S. Virgilio. In località Baia delle Sirene, in fondo a destra.

Fiume Ticino: località “Ponte della Becca” (Pv).

In Liguria a Ventimiglia (Im) tra Latte e Balzi Rossi si trovano tre piccole spiagge naturiste, raggiungibili dall’Aurelia attraverso un piccolo ponte.

Imperiese (Im) è un ritrovo situato nella parte più nascosta della Galeazza, dal nome di un grosso scoglio triangolare che ricorda la vela di una galea. L’apertura, sia pure parziale, della litoranea, ha ridotto però notevolmente il numero dei frequentatori. Altri punti di ritrovo sono segnalati a ponente di Imperia, verso San Lorenzo, sotto la ferrovia, in località Barbarossa e nella zona della torretta di Garbella.

Sempre in Liguria troviamo anche la bellissima Punta Chiappa a Camogli (Ge).

Chiavari (Ge) da diversi anni è tollerata la pratica del naturismo che si effettua su una spiaggia e sugli scogli adiacenti all’estremo confine nord della città, subito dopo quella che era la Colonia Piaggio (attualmente Villa Piaggio, un elegante condominio sul mare). La zona naturista si trova alla base della collina delle Grazie, poco prima del cosiddetto Gruppo del Sale. Al luogo vi si accede facilmente a piedi, ed è un posto di rara bellezza per la vista del promontorio di Portofino a nord e di Sestri Levante a sud. Gli unici suoni udibili sono quelli del mare e degli uccelli che frequentano i boschi della collina.

Chiavari – ex Colonia Faggio. Golfo Dianese (Im): in località Ciappellette a Cervo, ai piedi di Capo Mimosa, una località molto suggestiva, sotto Villa delle Rose, raggiungibile soltanto a piedi dall’Aurelia, dopo aver scavalcato il guard-rail.

Guvano (Sp): spiaggia di ghiaia in una insenatura. Ideale a inizio stagione (anche ad aprile) perchè molto riparata. Il miglior modo per arrivarci è in treno, scendendo alla stazione di Corniglia della linea La Spezia-Genova. Seguire poi le indicazioni fino a una galleria da percorrere a piedi (15 minuti). La galleria è illuminata e si deve pagare un piccolo pedaggio (€ 5, bimbi gratis). Oppure si può utilizzare il sentiero da Corniglia a Vernazza che sale sulla collina. E’ più lungo, ma molto bello, oltre ad essere gratis.

Tellaro (Sp): costa di ghiaia e scogli detta gli Spiaggioni, in località Zanego-Tellaro. Vi si accede via mare, oppure seguendo un sentiero per 20 minuti partendo dalla piazzetta del paese.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.