Yoga: vacanze e viaggi con meditazione

Viaggiare non significa solo girare il mondo, ma anche percorrere un viaggio interiore. Se siete appassionate di yoga e meditazione, un’idea intrigante può essere quella di fare un viaggio appoggiandosi al tour operator Voyages Illumination (marchio di Nonterapia), specializzato nell’organizzazione di viaggi di interesse antropologico e antropofisico. Le mete sono varie: Edimburgo, Bhutan, Scozia, Messico e Guatemala e Guatemala, Mongolia e Tibet etc…

L’idea del tour operator nasce dalla scozzese Selene Calloni Williams, psicologa e insegnante di yoga, autrice di “Iniziazione allo Yoga Sciamanico”e “Yogin e Sciamano”.

Il prossimo viaggio di cui sono ancora aperte le iscrizioni è in programma dall’1 al 5 luglio 2011: Scozia, il treno di Harry Potter. Un affascinante viaggio che ti porterà indietro nelle generazioni attraverso la psicogenealogia, le costellazioni familiari, le formule psichiche della creazione immaginale e la bellezza della antica Caledonia.

I viaggi organizzati dal tour operator Voyages Illumination sono tantissimi ogni mese, ecco solo alcune proposte.

Dal 2 all’11 luglio 2011 Ladakh e Kashmir: itinerario “Oracolesse, Grotte sacre e Gondole”. Alcune notti pernottamento nelle house boats (le barche halleccianti) sul Lago Dal. Si visiterà Lamayuru, la cosiddetta città dei Lama, dove si trova il più antico monastero del Ladakh circondato da alti roccioni multicolori dalle fenditure profonde. Il suo nome significa “villaggio dei maestri” perché al tempo del suo massimo splendore ospitò fino a 400 monaci. È in un luogo come questo che l’antica religione del Bon, diffusa nella regione tibetana e preesistente al Buddismo, venne in parte assorbita dal Buddismo Mahayana. Visita imperdibile anche a Qutab Minar, il più alto minareto in mattoni del mondo che con il mausoleo di Himayun è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Dal 17 al 31 luglio 2011 viaggio in Tibet: itinerario “Pellegrinaggio e circumambulazione del sacro monte Kailash”, secondo il buddismo sorgente di ogni potere sulla terra. Sul monte Kailash nascono anche i grandi fiumi Indo, Brahamaputra, Karnali e Sutlej. Il pellegrinaggio al monte Kailash richiede un certo allenamento anche per via delle altitudini: è previsto un accampamento a circa 5.000 metri. Con la giusta motivazione, i luoghi carichi di energie naturali e spirituali possono davvero dare moltissimo ai pellegrini. Si dice che il Kailash sia il sacro monte Meru, la mitologica dimora degli dèi, e che nessun luogo sulla terra sia più dispensatore di perdono e di forza della dimora degli dèi.

Dall’1 al 15 agosto 2011 viaggio nello Yemen “Ahmed Bin Alwan e Rimbaud, il sufi e il poeta”. Si viaggerà alla ricerca del misticismo arabo dei sufi. Il sufismo è stato definito lo yoga islamico, la corrente mistica ed esoterica dell’Islam, estranea all’ortodossia religiosa. Una delle possibile etimologie della parola sufi, Safa significa purezza: i Sufi sono i Puri. Per questo per modestia nessun vero sufi si definirà mai tale.

Dall’1 al 20 agosto 2011 viaggio in Mongolia: Nomadi, sciamani e natura selvaggia, centro ovest-est del paese. Durante il viaggio si visiterà il più antico  monastero della Mongolia Erdene Zuu,seguirà incontro con uno sciamano di Etnia Khalkh la principale presenza in Mongolia. Si prosegue per il Monastero di Shank dove si sarà graditi ospiti della comunità monastica. Shank è un piccolo e antico monastero che un tempo custodiva la bandiera di Gengis Khan, si trascorrerà poi con i monaci parte della giornata.

Viaggiare in un paese significa, secondo la filosofia del tour operator, volerne capire lo spirito profondo, dando spazio agli scambi umani, ai colloqui e ai rituali che vedono coinvolti personaggi significativi delle culture locali, delle minoranze culturali e religiose, dei gruppi etnici e delle tribù, imparando a conoscere pratiche tradizionali benefiche per la salute fisica e spirituale.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.